Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

DEL TRASFERIMENTO DELLA CAPITALE LETTERA AI DEPUTATI NAPOLETANI

Posted by on Lug 11, 2020

DEL TRASFERIMENTO DELLA CAPITALE LETTERA AI DEPUTATI NAPOLETANI

Onorevolissimi Signori,

Nella grave condizione, in cui volge presentemente il nostro risorgimento, il cui avventuroso procedere impediscono menti e mani straniere, gli animi nostri sono ansiosamente rivolle al prossimo raccogliersi delle S. V., dalle cui prudenti e virili deliberazioni grandemente dipende la fortuna d’Italia. Ognuno si studia d’indagare quali saranno per essere le menti delle S. V., e quali consigli saranno per prendere coloro, ai quali abbiamo confidato in gran parte le sorti della patria nostra.

Read More

Nununu, se il satanismo si fa marchio per bambini

Posted by on Lug 11, 2020

Nununu, se il satanismo si fa marchio per bambini

Non c’è solo lo spot con Céline Dion. Molti vestiti del brand Nununu sono inquietanti. Una bambina indossa una maglietta con la scritta “Ho”, in slang inglese “puttana”; un neonato reca l’impronta di una manaccia adulta. E poi ancora scheletri e teschi, simboli esoterici, scritte per passare al “contatto fisico”. Il tutto all’insegna della contiguità tra satanismo, pedofilia, mondialismo e massoneria.

Read More

Michele Pezza, detto “Fra’ Diavolo”, e i suoi dieci fratelli e sorelle

Posted by on Lug 11, 2020

Michele Pezza, detto “Fra’ Diavolo”, e i suoi dieci fratelli e sorelle

Francesco Pezza  sposa, in prime nozze,  Arcangela Matrullo, che  possedeva, come si rileva in un certificato catastale, un podere a vigneto e uliveto, a Santo Stefano. I Pezza avevano otto mule e sei cavalli, con cui Francesco esercitava il mestiere di vetturale. Egli aveva anche l’uso di un frantoio, come appare da una ricevuta rilasciata per l’affitto di alcuni locali adibiti a montano, dove venivano molite le olive.

Read More