Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

PULCINELLA MASCHERA IMMORTALE A SAN LORENZELLO

Posted by on Ott 26, 2017

PULCINELLA MASCHERA IMMORTALE A SAN LORENZELLO

Sabato 28 ottobre importante convegno su Pulcinella a San Lorenzello, una volta in Terra di Lavoro, di seguito pubblichiamo l’articolo pubblicato da Identità Insorgenti che ringraziamo pubblicamente per l’attenzione avuta per l’evento.

RIFERIMENTI GEOGRAFICI

A San Lorenzello antropologi e esperti si confrontano su Pulcinella, patrimonio dell’Umanità

 

Si discute da tempo di inserire la maschera di Pulcinella nel patrimonio Unesco. La proposta, già respinta una volta, è stata riproposta lo scorso anno. E se ne discuterà anche sabato 28 ottobre, presso il palazzo Massone di San Lorenzello, in provincia di Caserta. Il tema è proprio “Pulcinella patrimonio dell’umanità” e sarà l’occasione per sottoscrivere anche un protocollo sempre in direzione del riconoscimento unesco della maschera quale patrimonio mondiale.

A sostegno della candidatura della maschera napoletana c’è una fitta rete di associazioni culturali, antropologi, uomini di cultura, nata dal basso a cui hanno aderito e portano il loro contributo anche studiosi e istituzioni.  Come è noto affinché l’Unesco decida di inserire la maschera di Pulcinella nei beni culturali protetti è necessario dimostrare che è una maschera viva e presente ancora oggi nella cultura e nella quotidianità popolare.

Si parlerà anche di questo a San Lorenzello, sabato 28 ottobre, quando si confronteranno diversi soggetti che in questi anni si stanno battendo per questo importante riconoscimento. Per l’occasione il comune di San Lorenzello sarà un’altra istituzione che andrà a sottoscrivere il  “Comitato pro Pulcinella”, che riunisce docenti delle Università di Napoli, di Salerno e di Roma, scrittori, Musei e ricercatori proprio per accelerare il processo “burocratico” già in corso presso l’UNESCO, di riconoscimento della Maschera di Pulcinella, simbolo di Napoletanità, come Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

Il protocollo, che l’anno scorso fu sottoscritto anche da Peppe Serroni dei Sedili di Napoli (che sarà tra i relatori con Luciano Lombardi, Claudio Saltarelli e Loredana Terrezza, in un dibattito coordinato da Enzo Perone, giornalista Rai) è stato ideato da Domenico Scafoglio, appunto promotore del comitato, stavolta sarà sottoscritto dal comune di San Lorenzello, che è una delle istituzioni che sostiene il riconoscimento.

Il protocollo prevede la realizzazione di progetti condivisi in ordine alla valorizzazione e promozione anche a livello europeo della “Maschera di Pulcinella” con la finalità di ottenere il riconoscimento della stessa come Patrimonio dell’Umanità e che avranno caratteristiche afferenti alla tradizione culturale, storica, musicale, teatrale della Città di
Napoli, con lo scopo di meglio promuovere e valorizzare la Napoletanità nella sua complessità e di costituire un ulteriore fattore di coesione, condivisione, crescita culturale e sociale sia per le parti sottoscrittici, nonché quale forma di educazione al recupero delle proprie radici storiche dei cittadini napoletani e come attività pedagogico-didattica nei confronti dei bambini e come promozione culturale nei confronti dei turisti.

Nei mesi scorsi I sedili di Napoli ha lavorato, ad esempio, proprio in virtù del protocollo, a una mappatura di tutti gli artigiani presepiali del Centro Storico di Napoli che tra le loro produzioni prevedono anche la “Maschera di Pulcinella”, curare tutte le forme di collaborazione e di organizzazione con tutti gli aderenti all’Associazione stessa di eventuali spettacoli teatrali, musicali, video-registrazioni, inserimenti nelle applicazioni informatiche degli elementi afferenti la “Maschera di Pulcinella”.

Nel corso del convegno di sabato 28 a San Lorenzello si parlerà di questo e anche d’altro. L’appuntamento è dalle 18, e sarà aperto da Tullio Ruggeri, in rappresentanza del Comune, e di Antonio Guarino, presidente dell’ente culturale Nicola Vigliotti. Toccherà poi a Domenico Scafoglio, antropologo e ideatore del comitato Pro-Pulcinella, fare il punto sullo stato della situazione. E’ prevista poi una relazione di Sergio Zazzera e infine la tavola rotonda con le associazioni.

Un appuntamento imperdibile per chi crede fortemente in questa iniziativa: Pulcinella è vivo ed è simbolo di una Napoli che accoglie e che ha un profilo internazionale.

 

pulcinella-manifesto

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.