Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Il napoletano scritto e parlato: regole di una lingua viva

Posted by on Mag 9, 2021

Il napoletano scritto e parlato: regole di una lingua viva

Chi segue le vicende culturali e sociali di Napoli avrà notato, lo scorso 12 gennaio, un evento di assoluto rilievo che costituisce un unicum nella storia del giornalismo: il direttore de Il Mattino, Federico Monga, torinese, ha chiesto a Pietro Gargano, anch’egli giornalista e curatore di una monumentale Storia della canzone napoletanaun articolo di fondo in lingua partenopea, da ripetersi in alcune puntate.

Read More

Fumone: un paese nell’insorgenza del dipartimento del Circeo (1798-1806)

Posted by on Mag 8, 2021

Fumone: un paese nell’insorgenza del dipartimento del Circeo (1798-1806)

Nella primavera del 1806 il cardinale Segretario di Stato Ercole Consalvi, su pressione della Francia1, istituisce una Congregazione particolare con il compito di esaminare i casi di insorgenza e brigantaggio che sempre più si manifestavano nei paesi dello Stato pontificio2. La Congregazione era composta da monsignor Francesco Cavalchini, governatore di Roma, Francesco Riganti, segretario della Sacra Consulta, Vincenzo Bartolucci, avvocato fiscale e dal fiscale generale Giovanni Barberi, giudice relatore era il luogotenente criminale Francesco Maria Rufini.

Read More

La sinfonia per l’eroe che sconfisse Napoleone

Posted by on Mag 6, 2021

La sinfonia per l’eroe che sconfisse Napoleone

L’ammiraglio Horatio Nelson, il più grande eroe della storia navale britannica, il 1° agosto 1798 affondò le navi di Napoleone nella Battaglia del Nilo. Nel settembre del 1800 assistette all’esecuzione di una composizione in suo onore, probabilmente sotto la direzione del compositore Joseph Haydn: la sua Missa in Angustiis è nota come Nelson-Messe. Di luiGoethe disse: “Le sue composizioni sono il linguaggio ideale della verità”.

Read More

NAPOLI IN COVID MA CON ALDO VUCAI SEMPRE VIVA

Posted by on Mag 5, 2021

NAPOLI IN COVID MA CON ALDO VUCAI SEMPRE VIVA

Vedere Napoli durante il covid, camminare per i Decumani durante il covid e risalire San Gregorio Armenio durante il covid è stata una sensazione particolare mai vissuta prima che non avrei voluto mai vivere ma pensare all’unicità dell’esperienza , che spero unica e irripetibile, ti allevia la tristezza. Chi però me l’ha fatta passare è stato certamente Aldo Vucai, il presepista del Re, che covid o non covid  sta sempre li a pensare e a preparare il natale che verrà con nuove creazioni  mai realizzate prima.

Non aggiungo altro sul quel pomeriggio ma vi invito solo a vedere il breve album di seguito  

Read More