Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Salviamo il Monte di Pietà dalla Speculazione commerciale

Posted by on Apr 22, 2021

Salviamo il Monte di Pietà dalla Speculazione commerciale

Il Pio Monte di Pietà a Napoli, dal secolo XVI ha rappresentato per la Città di Napoli un polo di Solidarietà e di contrasto alla Speculazione. L’attuale proprietario, Banca Intesa Sanpaolo di Milano lo svende a privati che lo vogliono destinare ad attività incoerenti con il Valore storico, artistico, culturale e sociale che lo vide nascere e che avranno finalità commerciali con mero scopo di lucro. 

La Città di Napoli che è stata Capitale di un regno millenario, già è stata “spogliata” di molte delle sue più importanti memorie storico-culturali e mettendo a rischio l’Identità per la quale è famosa nel Mondo. E’ ora di fermare il degrado e l’impoverimento della Napoletanità e avviare percorsi virtuosi capaci di valorizzare il grande patrimonio lasciatoci dai nostri Padri per far rinascere il senso civico e ad avviare nuovi percorsi di sviluppo e di riscatto, sociale ed economico, con lo strumento della Bellezza e della Cultura. Salviamo il Pio Monte di Pietà dalla speculazione e facciamone un “Polo Archivistico Storico ed Economico” e la “Casa-museo delle Arti e dei Mestieri Tradizionali” aperta alla Formazione giovanile, ma non solo, per la Liuteria a plettro, per la Sartoria storica, per l’Arte Presepiale di qualità, per lo Spettacolo e per la Canzone Napoletana.   

Comitato per la tutela del Complesso Pio Monte di Pietà ha lanciato questa petizione e l’ha diretta a Ministro Beni Culturali e a 3 altri/altre

segnalata da giuseppe serroni

firma qui

https://www.change.org/p/ministro-beni-culturali-salviamo-il-monte-di-piet%C3%A0-dalla-speculazione-commerciale?redirect=false

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.