Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

SCALFARO: LE ASCENDENZE NOBILI GRAZIE A MURAT

Posted by on Nov 27, 2018

SCALFARO: LE ASCENDENZE NOBILI GRAZIE A MURAT

Oscar Luigi Scalfaro ha origini nobiliari. Il Presidente della Repubblica italiana, infatti, e’ un aristocratico doc, discendente da un’antica famiglia baronale calabrese, come ricorda ‘Panorama’ in un articolo che comparira’ sul prossimo numero.

Originari del napoletano, gli Scalfaro si trasferirono a Catanzaro nel corso del XVII secolo. Il 2 giugno 1814 il re Giacchino Murat, cognato di Napoleone Bonaparte, concesse a Raffaele Luigi Scalfaro, quadrisavolo di Oscar Luigi, il titolo di barone.

L’anno dopo, tuttavia, fu lo stesso comandante Scalfaro a presiedere il Consiglio di Guerra che avrebbe condannato a morte Murat.

Ma l’attuale capo di Stato vanta anche un passato patriottico: il barone Giovanni, figlio di Raffaele Luigi, aderi’ alla Carboneria fin dal 1820 e mori’ di stenti in una stalla nel 1852 braccato dalle truppe borboniche. Il titolo aristocratico venne rinnovato agli Scalfaro nel 1899 dal re d’Italia.

Un altro fratello di Orazio, Raffaele, combatte’ a Capua e Custoza. Nel 1915, poi, moriva da eroe Ercole Scalfaro, cui e’ intestata una via a Catanzaro. Il cugino di quest’ultimo, Guglielmo, padre dell’attuale presidente della Repubblica, malgrado risiedesse gia’ da tempo a Novara, torno’ in Calabria per partecipare ai funerali. L’ultimo a portare il titolo baronale fu Raffaele Scalfaro, morto recentemente senza figli. A Catanzaro lo ricordano ancora come un bell’uomo dal fisico asciutto, gran signore e molto somigliante a Fred Astaire. Protagonista della vita catanzarese degli anni Trenta, l’ultimo barone Scalfaro da giovane fu anche un appassionato pilota automobilistico.

(Dis/BB/ADNKRONOS)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: