Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Teatro Trianon, prova ‘Zappatore’ aperta ai poveri di Napoli

Posted by on Gen 2, 2017

Teatro Trianon, prova ‘Zappatore’ aperta ai poveri di Napoli

Teatro

Trianon

 

prova ‘Zappatore’ aperta ai poveri di Napoli

Domani alle 19 iniziativa nella struttura di Forcella

   (ANSA) – NAPOLI, 2 GEN – Domani il Trianon Viviani di Napoli aprirà le porte (ore 19) a persone indigenti per la prova generale di Zappatore, la sceneggiata prodotta dallo stesso teatro del popolo di Forcella nel decennale della scomparsa di Mario Merola, in scena da mercoledì 4 gennaio. L’iniziativa, si sottolinea, ”è il frutto di un’intesa con l’arcivescovo metropolitano Crescenzio Sepe ed i parroci partenopei”.

Zappatore è la prima produzione del Trianon Viviani, dopo il fermo delle attività durato due anni e mezzo, e nasce con lo scopo di rendere omaggio a Merola. Di qui la scelta da parte del direttore artistico Nino D’Angelo del titolo più significativo della carriera teatrale e cinematografica del ‘re della sceneggiata’, nella versione in tre atti e quattro quadri di Enzo Vitale.

”Con le scene e la regia firmate da Bruno Garofalo, questo omaggio – ‘un atto di giustizia dovuto per un grande artista poco ricordato’ secondo D’Angelo – si riverbera – sottolinea una nota del Teatro – anche nella ricca scelta delle canzoni, operata dallo stesso direttore artistico nel vasto repertorio meroliano, che sottolineano i momenti chiave dello spettacolo: con gli arrangiamenti di Enzo Campagnoli, ecco brani come ‘Passione eterna’, ‘Freva ‘e gelusia’, ‘Inferno d’ammore’, ‘Cumpagna mia’ e ‘È bello ‘o magnà’. Non mancano i divertenti duetti comici dei personaggi Stella e Fasulillo e ovviamente, nel finale, la canzone del titolo di Libero Bovio e Ferdinando Albano”.

”Siamo partiti dal copione degli anni Cinquanta di Enzo Vitale, scarno ma costruito con sapienza teatrale – spiega Garofalo – per riproporre le emozioni di un genere, erroneamente considerato minore, segnato dall’interpretazione di grandi artisti e caratterizzato da una macchina teatrale semplice ed essenziale realizzata con grande perizia artigianale: non sarà un’operazione museale, ché mettiamo in scena il cuore”.

A vestire il mantello originale di zi’ Francisco ‘o zappatore usato da Mario Merola è il figlio Francesco. Mario, il figlio avvocato è Gianni Fiorellino. La coppia comica di Stella e Fasulillo è interpretata rispettivamente da Gina Perna e Massimo Salvetti. Con loro in scena Rossella Amato, Antoine, Rossella De Blasi, Tiziana De Giacomo, Marianna Liguori, Diego Macario, Gennaro Monti, Valentina Nicolella e Lina Santoro. Gli arrangiamenti sono curati da Enzo Campagnoli. I costumi sono firmati da Mariagrazia Nicotra e i movimenti coreografici da Enzo Castaldo. Luci di Gianluca Sacco e audio di Daniele Chessa. Musica eseguita dal vivo da Gennaro Carbone (pianoforte e direzione musicale), Alfonso Pone (batteria), Emanuele La Rosa (chitarra) e Pietropaolo Veltre (basso).

ANSA

 

O Zappatore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: