Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

CAPIRE COSA PORTA GLI ASSASSINI A PROGRAMMARE IL MASSACRO DI CASALDUNI E PONTELANDOLFO

Posted by on Ago 14, 2020

CAPIRE COSA PORTA GLI ASSASSINI A PROGRAMMARE IL MASSACRO DI CASALDUNI E PONTELANDOLFO

11agosto 1861, l’antefatto al massacro di Casalduni e Pontelandolfo.

L’Italia e gli italiani che ignorano (quasi tutti in mala fede) la vera storia del risorgimento italiano, commemorano ,oggi, una data importante: la morte di 44 militari italiani ( 40 bersaglieri e 4 carabinieri) a Casalduni l’11 agosto del 1861.

Casalduni, uno dei tanti ( tutti) Comuni , stremato dal regime dittatoriale savoiardo, imposto con la forza e con l’inganno che, non pago di aver usurpato il regno dei Borbone e averne depauperato la ricchezza della casa reale e dei meridionali, continuò a vessare il povero meridionale con innumerevoli tasse ( tra cui la più odiosa, quella sul macinato) sconosciute in larga parte sotto il regno dei Borbone.

Un paese che, illuso dalle lusinghe di un criminale come Garibaldi, si rivoltò : alcuni briganti della brigata Fra Diavolo, comandati da un ex sergente borbonico, il cerretese Cosimo Giordano approfittando dell’allontanamento di una truppa delle Guardie Nazionali dal vicino Pontelandolfo, occupò il paese, uccidendo i pochi ufficiali rimasti,fissandovi la bandiera borbonica e proclamandovi un governo provvisorio.

Il governo sabaudo mandò a sedare la rivolta un corpo di militari che , in un vero e proprio regime di guerra, ebbero la peggio. Ne morirono 44 per mano di Patrioti , definiti, BRIGANTI. La ritorsione che il governo mise in atto anticipò e superò in termini di cruenza e viltà, quella naziste del secolo successivo : rasero al suolo , letteralmente, i due paesini: ” Di Pontelandolfo e Casalduni, non rimanga pietra su pietra.” , le parole del generale Cialdini al colonnello Negri.

E così fu… Ma di questo ne parleremo il 14 agosto , una data per noi importante per commemorare l’ennesimo eccidio compiuto dai Savoia.

Patrizia Stabile

per Sud100cento

1 Comment

  1. I vincitori, quando scrivono la storia per imporre la loro verità, trovano sempre argomentazioni formalmente idonee a giustificare ogni misfatto. I crimini nazisti contro gli ebrei sono stati subiti sciorinati, mentre gli stessi crimini fatti dai sovietici no! Semplice: i nazisti hanno perso la guerra, i sovietici l’havevano vinta!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.