Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

La tomba sannitica dal museo dei Campi Flegrei nel castello di Baia

Posted by on Giu 28, 2016

La tomba sannitica dal museo dei Campi Flegrei nel castello di Baia

chi afferma che ci sono luoghi dove le pietre parlano a napoli  fanno certe chiacchiere!!!!di seguito un importante articolo……….

MERAVIGLIE SCONOSCIUTE / La tomba sannitica dal museo dei Campi Flegrei nel castello di Baia

 

Dal Museo dei Campi Flegrei nel Castello di Baia una stupefacente tomba sannitica dipinta. IV sec. a.C. Vediamo qui un reperto di eccezionale interesse artistico e storico. La tomba di due coniugi raffigurati durante un momento conviviale.

Lui sdraiato, lei seduta accanto a lui.

La Serva dal curioso copricapo gli ha versato dell’acqua che lui poi porge dolcemente alla moglie. La donna a sua volta porge al marito un melograno. Sopra di loro ornamenti di penne di pavone. Dinanzi a loro scene di balli e di canti.

Acqua come rigenerazione, sorgente di vita, purificazione.

tomba-sannitica-3

Foto Enzo Di Paoli

Melograno, il frutto sacro legato agli Inferi, a Persephone e quindi alla ciclicità della vita. Penne di pavone, simbolo solare di immortalità.

Un insieme di simboli legati alla speranza di un ritorno impossibile.

Sono gli archetipi del dolore e del lutto.

Notate gli occhi dei due coniugi. Sono cancellati. Perchè?

tomba-sannitica-4

Foto Enzo Di Paoli

La tomba ab antiquo fu visitata da profanatori in cerca di oggetti preziosi. Temevano di essere visti da quelle anime e da esse maledetti per l’eternità.

Credettero di salvarsi dalla maledizione togliendo la vista a quegli occhi.

Enzo Di Paoli

fonte identitainsorgenti.com

 

tomba-sannitica

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: