Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Musicanti e Cantori Laborini si fanno largo

Posted by on Giu 2, 2016

Musicanti e Cantori Laborini si fanno largo

chi ci segue sa che ormai abbiamo tracciato il solco che entra nel terreno della Terra di Lavoro dove camminano i cantori e i musicanti dell’ Alta Terra di Lavoro che forse non hanno raggiunto le vette di Severino Gazzelloni e Samuele Pagano, Ennio Moricone, Gianni Perilli ma si impegnano molto, sono dotati di discreto talento e ci credono. Parliamo di nuovo di Benedetto Vecchio leader del gruppo Mbl che è stato intervistato da una importante rivista specializzata, mat 2020 che non posso pubblicare perché il file è pesante e non so come si fa ad estrapolare l’articolo.

Ho scoperto, altresì, un altro termine che mi mancava, ciociaria sannita, non sanno più cosa inventarsi pur di apparire grandi questi ciociari senza rendersi conto che fanno solo del male a se stessi. Non si puo adottare o importare la storia degli gli altri, le tradizioni degli altri, l’arte degli altri, la cultura degli altri, le leggi degli altri, la cucina degli altri, il territorio degli altri ma bisogna farlo tutto con le proprie forze senza bruciare le tappe. voi mi direte che possiamo aspettare 2300 anni? ebbene cosa posso dirvi forse ne passeranno 4000 di anni poiche la materia prima odierna non è eccellente e di primo ordine, quelli buoni ce li teniamo ben stretti perhè sono Laborini. Un altra bestialità quando sento dire canti e musica dell’Italia centro meridionale ebbene questi termini lombrosiani teneteli per voi perché chi vieni qui per suonare, cantare e danzare interpreta musiche, canti e danze della nazione napolitana,  del regno di napoli e siciliano, della magna grecia o se volte essere ancora più tradizionali potete dire Italiani perché l’italia è sempre stata questa, in altro contesto spiegherò le origini calabresi del nome italia, mentre al di sopra del confine più antico d’europa c’era la gallia cisalpina, la gallia cispadana, i teutonici, ecc ecc. Bisogna rimettere le cose a posto perché i parassiti e gli usurpatori devono tornare a stare nel loro ambiente naturale cioè il nulla.

 

Cantori e musicanti dell’Alta Terra di Lavoro

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: