Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

UN TRISTE ANNIVERSARIO PER IL SUD ITALIA: L’INCONTRO DI TEANO DEL 26 OTTOBRE DEL 1860

Posted by on Gen 7, 2022

UN TRISTE ANNIVERSARIO PER IL SUD ITALIA: L’INCONTRO DI TEANO DEL 26 OTTOBRE DEL 1860

Una fredda mattina autunnale, quella del 26 ottobre 1860, vede svolgersi uno degli eventi più emblematici della storia italiana qual è l’incontro di Teano; esso, in seguito mitizzato dalla storiografia risorgimentale e celebrato come l’atto con cui il Sud Italia fu liberato dal dominio borbonico, in realtà non fu altro che un coup de theatre, studiato ad arte dai Savoia, che segnò la fine dello splendore per quello che era allora il Regno delle Due Sicilie e l’inizio di quella decadenza da cui purtroppo il Meridione non è ancora riuscito a risollevarsi.

Read More

L’AMICO GARRUBARDU E LE COLPE GRAVI DEI NAPOLETANI

Posted by on Dic 3, 2021

L’AMICO GARRUBARDU E LE COLPE GRAVI DEI NAPOLETANI

Garibaldi arrivò a Napoli comodamente seduto in treno il 7 settembre 1860. Si sistemò a Palazzo Doria D’Angri, un edificio molto raffinato che separa la strada centrale della via Toledo e via Sant’Anna dei Lombardi. La risalita per la penisola era stata un trionfo di battaglie “inspiegabilmente” vinte! Un crescendo indomito di azioni fulminee e di atti di eroismo come era già nella mente dei futuri cantori della mitica epopea dei “Mille” che nel frattempo, prima che il mito iniziasse erano già diventati circa quarantamila ed erano state presentate più di cinquantamila domande di pensione per la “campagna della bassa italia”.

Read More

Controstoria dell’impresa dei Mille, Oltre lo Stretto fra tradimenti e inganni

Posted by on Ott 3, 2021

Controstoria dell’impresa dei Mille, Oltre lo Stretto fra tradimenti e inganni

abbiamo ‘sgamato’ le false ricostruzioni storiche: lo sbarco del Mille che non ebbe nulla di eroico, le finte battaglie con i ripetuti tradimenti dei generali borbonici, l’appoggio dei picciotti della mafia a Garibaldi, la repressione, nel sangue, delle genti di Sicilia che pensavano che le camicie rosse fossero arrivate nell’Isola per liberarli dai tiranni. Per poi scoprire che i Siciliani sarebbero finiti tra le grinfie dei Savoia, ben peggiori del Borbone. Anche l’attraversamento dello Stretto di Messina – ultima puntata della nostra Controstoria – fu una farsa a base di tradimenti e inganni: proprio come l’Italia di oggi, tra Renzi e la sua ‘riforma’ della Costituzione voluta dai banchieri…

Read More