Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

FRISARI dE IORIO STORIA DI UNA FAMIGLIA, STORIA DI UN REGNO

Posted by on Feb 19, 2021

FRISARI dE IORIO STORIA DI UNA FAMIGLIA, STORIA DI UN REGNO

Il Regno Sacro che accoppiava quello di Sicilia con quello di Napoli in sintesi delle Due Sicilie, è durato quasi 8 secoli e la sua scomparsa è un fatto clamoroso e tragico che vede pochi casi simili, forse nessuno, nella storia e che ancora a distanza di 160 anni non si è riusciti a cancellare nell’anima, nel cuore e nella testa di un popolo, quello napolitano, nonostante e stata fatta una operazione di cancellazione, anche in questo caso fatto più unico che raro, nel pieno rispetto della teoria di Milan Kundera:

“Per liquidare i popoli” si comincia col privarli della memoria. Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun altro scrive loro altri libri, li fornisce di un’altra cultura, inventa per loro un’altra storia. Dopo di che il popolo comincia lentamente a dimenticare quello che è e quello che è stato. E, intorno, il mondo lo dimentica ancora più in fretta.”
“E la lingua? Perché dovrebbero togliercela? Non sarà più che folclore, e prima o poi morirà certamente di morte naturale”.

I libri di storia sia quegli ufficiali che quelli controcorrente, ci narrano di famiglie nobili che fecero il salto della “quaglia” divenendo dall’oggi a domani dei Savoia dopo aver giurato fedeltà ai Borbone ma, quasi mai, si narrano le vicende di tantissime famiglie che non tradirono il giuramento prestato e nonostante la storia, quella dei vincitori, cerca di ignorarle sperando nell’oblio queste, invece, più passano gli anni e più diventano un tutt’uno con le proprie radici da cui s’innalzano alberi con i frutti dell’identità e della tradizione.

Tra queste ci sono le famiglie dei “de Iorio” e “Frisari” che a Macchia d’Isernia è unito in una sola famiglia, la “de Iorio Frisari” che ha una particolarità, è una famiglia che ha una storia strettamente legata con quella del Regno delle Due Sicilie, dai Normanni fino all’ultimo dei Borbone. Nella casata ci sono stati illustri cardinali, vescovi, abbati, cavalieri, amministratori pubblici, avvocati, giudici, uomini di scienze, artisti come dire, non si sono fatti mancare nulla, è sempre sudditi alle case regnanti che si sono susseguite sul trono di Napoli.

Abbiamo conosciuto l’ultimo esponente dell’illustre casata il Conte Giulio de Iorio Frisari che abbiamo avuto il piacere e l’onore di ospitare come relatore in due convegni dedicati al 1799 in quel di Monteroduni e in quel di Santa Maria C.V. e ci ha dato autorizzazione a divulgare due video che ha girato nel suo Castello di Macchia d’Isernia in occasione di una presentazione ad una delegazione Giapponese di aziende napolitane che operano nel mondo della gastronomia. Oggi divulgheremo il primo dove oltre a vedere il Conte che parla della storia della propria famiglia e del Castello ci sarà il Pasticciere del Re Dario Saltarelli che parla del suo pluripremiato Panettone e del suo metodo di lavorazione   

Claudio Saltarelli

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.