Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

I tragici fatti di Itri, del 1911, e gli errori di G. Antonio Stella di Alfredo Saccoccio

Posted by on Lug 30, 2021

I tragici fatti di Itri, del 1911, e gli errori di G. Antonio Stella di Alfredo Saccoccio

   Il “Corriere della Sera” del 7 luglio 2011  pubblicò un pezzo a firma del noto editorialista  Gian Antonio Stella, contenente  molte inesattezze  sui sanguinosi fatti  di Itri, che tanta eco ebbero in Italia, conseguenza di uno stato  intollerabile di cose, dovuto al contegno dell’elemento sardo, che, da parecchio tempo,  per i lavori della direttissima Roma-Napoli, risiedeva nella cittadina aurunca. Questi operai isolani, indisciplinati, spavaldi ed arroganti,  rifiuto della loro terra  pur così fertile di anime  buone  e di forti intelligenze,  vollero nel paese altrui  esserne padroni e anziché mostrarsi  grati verso coloro che gentilmente  li ospitavano, assunsero l’atteggiamento di conquistatori.

Read More

La fede e l’ortodossia di Dante Alighieri di Alfredo Saccoccio

Posted by on Lug 22, 2021

La fede e l’ortodossia di Dante Alighieri di Alfredo Saccoccio

Ci si chiede quale fu, rispetto al movimento ed all’insegnamento del misticismo,che dominano nella “Divina Commedia” e la ispirano, l’attitudine personale del Poeta : se il misticismo trovò la via facile ad un’assimilazione, da parte di lui, di motivi, di affetti e di idee, non costituenti solo un oggetto di speculazione e di studio, e conquista artificiale, ma fu sostanza e vita dello spirito nelle più alte aspirazioni ed operazioni.

Read More

Itri nei tempi: dal periodo neolitico ai tempi moderni di Alfredo Saccoccio

Posted by on Giu 14, 2021

Itri nei tempi: dal periodo neolitico ai tempi moderni di Alfredo Saccoccio

   Le origini di Itri sono oscure e si perdono nei tempi più  remoti, nella preistoria. Il nostro paese era un centro di civiltà neolitica ed eneolitica ausonica: infatti  testimonianze di una vita millenaria, vestigia di superbe civiltà che indicano la grandezza di una stirpe, sono i ritrovamenti fatti ad Itri, 149 anni fa, di una stazione neolitica, in cui furono rinvenuti raschiatoi, frecce, lance, accette, coltelli, punteruoli in pietra levigata ed in ossidiana, di gustosa e morbida opera. Molto probabilmente gli oggetti dovevano far parte di una “officina litica”, molto prospera e progredita.

Read More

Barbarossa, il re di Algeri, Giulia Gonzaga ed Ippolito de’ Medici, a Fondi e a Itri, negli anni 1534 e 1535

Posted by on Mag 31, 2021

Barbarossa, il re di Algeri, Giulia Gonzaga ed Ippolito de’ Medici, a Fondi e a Itri, negli anni 1534 e 1535

Specialista dell’Algeria (Camus, Aurélie Tidjani), da cui  è egli stesso originario, José Lenzini ci dona, questa volta, sul tono piacevole di un racconto orientale, una narrazione biografica basata su fonti storiche poco sfruttate e che permette di scoprire la personalità fuori del comune di quel terribile Barbarossa, di cui la più vecchia prigione di Algeri porta ancora il nome.

Read More

Anna Maria Ortese, l’utopìa senza speranza di Alfredo Saccoccio

Posted by on Mag 21, 2021

Anna Maria  Ortese, l’utopìa senza speranza di Alfredo Saccoccio

                     Anna Maria Ortese è morta ventitré anni fa, poco prima della fine del XX secolo. La maggior parte dei suoi libri è tradotta e disponibile in francese.  E’ una ventina di titoli, editati da Gallimard, Actes Sud, Joelle Losfeld. Un lettore curioso può formarsi, ormai, un’idea giusta di questa opera e constatare che essa si divide in testi autobiografici, in romanzi fantastici o, se si può dirlo, onirico-politici – genere che lei ha inventato senza dargli nome- in poemi e in cronache di viaggio.”

Read More