Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Fra’ Diavolo di Itri, storia di un un amore non corrisposto, testo teatrale di Alfredo Saccoccio

Posted by on Nov 20, 2021

Fra’ Diavolo di Itri, storia di un un amore non corrisposto, testo teatrale di Alfredo Saccoccio

                                              PROLOGO

Siamo in Piazza Incoronazione,ad Itri, nel giorno della festa della Madonna della Civita. Comitiva di serenanti e di suonatori di zampogne e di tanburi a frizione. Il busto argenteo della Vergine, portato a spalla, viene posto al centro della scena.

Read More

Giochi di altri tempi ad Itri di Alfredo Saccoccio

Posted by on Nov 13, 2021

Giochi di altri tempi ad Itri di Alfredo Saccoccio

   C’ è voluto  del tempo per dare al gioco una reputazione un po’ più nobile e per liquidare il discredito che spesso l’ha accompagnato e che, non di rado, l’accompagna ancora: capricciosa futilità, divertente evasione. Sulla fine dell’Ottocento, il pensatore tedesco costruì un’interessante teoria del gioco, fondata sull’idea della sua  pura gratuità, della sua pura libertà. Nel gioco, diceva il Groos, l’universo era fine a se stesso ed esistente solo in quanto volontariamente accettato. In esso l’uomo scopre la gioia di essere e di restare causa determinante.

Read More

Ernesto Jallonghi, uno scrittore che lasciò molti rimpianti nell’ambiente culturale

Posted by on Nov 8, 2021

Ernesto Jallonghi, uno scrittore che lasciò molti rimpianti nell’ambiente culturale

\   Mons. Ernesto Jallonghi fu  pastore e studioso preclaro, che, per oltre un quarto di secolo, caratterizzò la vita culturale della terra  aurunca, animandola con quell’estro peculiare di attento osservatore e di appassionato ed accorto ricercatore, che seppe attingere alle fonti da buon studioso “emunctar naris”, come dice icasticamente il poeta venosino Orazio.

Read More

I tragici fatti di Itri, del 1911, e gli errori di G. Antonio Stella di Alfredo Saccoccio

Posted by on Lug 30, 2021

I tragici fatti di Itri, del 1911, e gli errori di G. Antonio Stella di Alfredo Saccoccio

   Il “Corriere della Sera” del 7 luglio 2011  pubblicò un pezzo a firma del noto editorialista  Gian Antonio Stella, contenente  molte inesattezze  sui sanguinosi fatti  di Itri, che tanta eco ebbero in Italia, conseguenza di uno stato  intollerabile di cose, dovuto al contegno dell’elemento sardo, che, da parecchio tempo,  per i lavori della direttissima Roma-Napoli, risiedeva nella cittadina aurunca. Questi operai isolani, indisciplinati, spavaldi ed arroganti,  rifiuto della loro terra  pur così fertile di anime  buone  e di forti intelligenze,  vollero nel paese altrui  esserne padroni e anziché mostrarsi  grati verso coloro che gentilmente  li ospitavano, assunsero l’atteggiamento di conquistatori.

Read More

La fede e l’ortodossia di Dante Alighieri di Alfredo Saccoccio

Posted by on Lug 22, 2021

La fede e l’ortodossia di Dante Alighieri di Alfredo Saccoccio

Ci si chiede quale fu, rispetto al movimento ed all’insegnamento del misticismo,che dominano nella “Divina Commedia” e la ispirano, l’attitudine personale del Poeta : se il misticismo trovò la via facile ad un’assimilazione, da parte di lui, di motivi, di affetti e di idee, non costituenti solo un oggetto di speculazione e di studio, e conquista artificiale, ma fu sostanza e vita dello spirito nelle più alte aspirazioni ed operazioni.

Read More

Itri nei tempi: dal periodo neolitico ai tempi moderni di Alfredo Saccoccio

Posted by on Giu 14, 2021

Itri nei tempi: dal periodo neolitico ai tempi moderni di Alfredo Saccoccio

   Le origini di Itri sono oscure e si perdono nei tempi più  remoti, nella preistoria. Il nostro paese era un centro di civiltà neolitica ed eneolitica ausonica: infatti  testimonianze di una vita millenaria, vestigia di superbe civiltà che indicano la grandezza di una stirpe, sono i ritrovamenti fatti ad Itri, 149 anni fa, di una stazione neolitica, in cui furono rinvenuti raschiatoi, frecce, lance, accette, coltelli, punteruoli in pietra levigata ed in ossidiana, di gustosa e morbida opera. Molto probabilmente gli oggetti dovevano far parte di una “officina litica”, molto prospera e progredita.

Read More