Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

A Nicola Zitara di Domenico Iannantuoni

Posted by on Dic 5, 2022

A Nicola Zitara di Domenico Iannantuoni

“Nicola Zitara (Siderno 1927), giornalista, scrittore, bibliotecario, studioso meridionalista, autore dei saggi L’Unità d’Italia: nascita di una colonia e Il proletariato esterno, per i tipi di Jaca Book, e del romanzo storico Memorie di quand’ero italiano. Di ideologia socialista (fu segretario della federazione del PSIUP di Catanzaro e scrisse per Quaderni calabresi), è oggi esponente del movimento culturale neo-borbonico, fortemente critico verso lo Stato unitario.”

Read More

LA RUSSIA E IL TRATTATO DI PARIGI DEL 1856

Posted by on Ago 23, 2022

LA RUSSIA E IL TRATTATO DI PARIGI DEL 1856

PENSIERI del Cav. PIETRO ESPERSON-Avvocato Professore di Diritto internazionale nell’Università di Pavia.

Come se non bastasse la guerra franco-germanica per conturbare gravemente Governi e popoli, ecco che sorge ad offuscare T orizzonte politico, minaccioso e spaventevole, lo spettro della questione d’Oriente. E la Russia, che pur protestando di non voler suscitare siffatta questione, ma di provvedere soltanto alla sicurezza ed alla dignità dell’impero, gittò l’allarme nell’Europa, cogliendo l’occasione dei disastri della Francia che prese parte principale alla guerra di Crimea ed al successivo Congresso tenutosi nella sua capitale.

Read More

Il Governo ci regala il vento dell’Africa

Posted by on Mag 30, 2022

Il Governo ci regala il vento dell’Africa

ovvero dalla illusione garibaldina a Lu Setti-e-menzu

Le discussioni sul Risorgimento come rivoluzione mancata per me sono inconsistenti. Come la rivoluzione francese – seppur meno cruento – il risorgimento fu una rivoluzione borghese e come tutte le rivoluzioni borghesi usò il popolo come forza d’urto per conseguire i propri obiettivi.

Read More

LA CIVILTÀ CATTOLICA volume VIII, 1893” – del testo di Patrick K. O’Clery

Posted by on Mag 7, 2022

LA CIVILTÀ CATTOLICA volume VIII, 1893” – del testo di Patrick K. O’Clery

Ritenere oggettiva la ricostruzione ufficiale delle vicende risorgimentali solo perché scritte dai vincitori o dai loro scherani è ridicolo – ben vengano quindi tutti i tentativi di aggiungere nuovi tasselli a tale ricostruzione. Noi riteniamo che per una vera ricostruzione si dovrebbe procedere alla analisi e alla valutazione unitaria di tutti gli archivi locali. Che questo avvenga, ne dubitiamo fortemente e ci vengono in mente le parole profetiche di O’CLERY: “The history of the “Brigandage” has never been written, and perhaps never will be written.”)

Read More

MEMORIE PER LA STORIA DE’ NOSTRI TEMPI (X)

Posted by on Apr 9, 2022

MEMORIE PER LA STORIA DE’ NOSTRI TEMPI (X)

I TRIONFI DELLA LEGISLAZIONE PONTIFICIA

(Pubblicato li 25 e 26 ottobre 1860).

I.

Una delle pi� gravi e frequenti accuse che la rivoluzione soleva fare agli Stati del Papa si era quella di non avere Codici, e d’essere governati da tristissime leggi; di che la parola d’ordine di ogni sommossa era: Codice Napoleone. Gli insorti di Rimini nel 1845 domandavano il Codice Napoleone Luigi Bonaparte nella famosa lettera ad Edgardo Nev volea imporre al Papa il Codice Napoleone; il conte di Cavour e il marchese Villamarina strepitavano nel 1856 davanti il Congresso di Parigi per l’introduzione negli Stati Romani del Codice Napoleone, e finalmente l’eccelso Dittatore Farini, per festeggiare il Bonaparte nel 1859, decret� che il Codice Napoleone sarebbe applicato alle Romagne.

Read More