Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Scene musicali, costumi e ritratti di vita popolare nelle province del Regno di Napoli (secc. XVIII-XIX)

Posted by on Apr 4, 2020

Scene musicali, costumi e ritratti di vita popolare nelle province del Regno di Napoli (secc. XVIII-XIX)

Riassunto. Nel 1782 il re di Napoli Ferdinando IV di Borbone promosse una intensa campagna di ricognizione d’après nature nelle province del regno, al fine di conoscere le diverse «fogge di vestire» dei suoi sudditi ed arricchire il catalogo dei soggetti dipinti sulle porcellane della Real Fabbrica di Capodimonte.

Read More

Luigi Alonzi, La visita dei Cassinesi di Sicilie nel 1799

Posted by on Mar 1, 2020

Luigi Alonzi, La visita dei Cassinesi di Sicilie nel 1799

Interessatissimo studio di Luigi Alonzi scritto per la collana “Quaderni Mediterranei” sul 1799 che per quanto mi riguarda, credo di essere in buona compagnia, è una novità e soprattutto conferma sempre più la tesi che il XVIII secolo è stata un epoca di grandi cambiamenti e per il Regno di Napoli si deve narrare di una storia a parte, per la sua originalità ed unicità, che ancora oggi condiziona la vita quotidiana non soltanto dell’Italia Peninsulare ma la penisola tutta. Si nota di come Ferdinando IV non sia stato solo il Re Nasone gaudente che pensava solo alla caccia e alle belle donne ma un Monarca che ha esercitato la sua condizione di Statista da protagonista e non da comprimario, possiamo discutere quello che ha fatto bene e male e se poteva farlo in maniera diversa o se non poteva fare diversamente, ma certamente non possiamo pensare che sia stato un pupazzo per piu di 60 anni in mano alla storia che stava scrivento una pagina importante anche nel Regno di Napoli. Forse sono riuscito anche a capire perchè a Montecassino, tra le statue dei Re, c’è anche quella di Ferdinando IV che ci fa pensare come il nostro Sovrano è stato molto importante per la comunità Benedettina Cassinese, di seguito il testo in Pdf

Claudio Saltarelli

Read More

Di fronte al pericolo nasce la Nazione Napoletana

Posted by on Feb 20, 2020

Di fronte al pericolo nasce la Nazione Napoletana

Il 5 giugno 1796 a Parigi fu firmata una pace che fin dalla sua firma sembrò più un armistizio che un accordo che potesse durare nel tempo. La politica espansionista della Francia sembrava non doversi mai fermare; dopo il trattato di Campoformio i francesi rivolsero le loro mire allo Stato Pontificio dove, preparata ad arte una sommossa nella quale fu ucciso il generale Duphot, procedettero alla occupazione del territorio ed alla creazione della Repubblica Romana, altro fantoccio nelle loro mani, e seguitarono nella spoliazione del patrimonio artistico, costringendo il Pontefice Pio VI ad abbandonare Roma per chiudersi in un convento in Toscana.

Read More
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: